Come Aprire un Centro Olistico a Milano (e dintorni)

L’apertura di un centro olistico per l’esecuzione di massaggi e vendita di prodotti presenta alcune peculiarità.

Cosa si deve sapere?

Di seguito vi spieghiamo le varie problematiche e come risolverle.

Requisiti: non è più necessario essere in possesso del diploma di estetista ma si dovrà comunque possedere un diploma di operatore olistico esperto in massaggi. Verificate sempre di persona presso il Municipio che il Comune in cui volete operare non frapponga ostacoli a ciò!

Licenza: non serve più dotarsi di una licenza per centri benessere e estetica in quanto le pratiche olistiche sono considerate diversamente. Accertarsi in Comune come sopra.

Vi seguiamo nell’apertura della Vostra Attività nei comuni di Milano, Monza e relative province, nonchè nelle province vicine.

Vi seguiremo in tutte le pratiche, affrontando insieme a Voi i problemi che si possono presentare, valutando i costi, provvedendo alla successiva contabilità, alla gestione del personale, alle indicazioni delle buone prassi e ai suggerimenti sul “cosa fare”.

Contattateci allo 02/99043737. Siamo a Paderno Dugnano (MI), in via Giuseppe Pogliani n.20.

Requisiti Sanitari: i locali devono essere idonei, assicurarsi di operare in immobili di categoria C1 verificando le schede catastali. Accertarsi presso la locale ASL se vengono richiesti particolari requisiti.

Iscrizione alla Camera di Commercio e IVA: il codice attività sarà verosimilmente il 96.04.10. Il titolare verrà di norma inquadrato come artigiano. Se si svolge anche lavoro dipendente non sarà invece inquadrato  come artigiano: ricordate! L’artigiano non può mai essere anche dipendente.

SCIA: è necessario comunicare l’inizio attività. Non è più necessario chiedere licenze, sopralluoghi o altro.

Posso sia fare massaggi che vendere prodotti? Si. Questo va indicato nella CCIAA e nella SCIA.

Dipendenti: come per tutte le attività il centro olistico può avere dipendenti da inquadrare come per legge.

Affitto di locali: posso affittare una parte dello studio ad un esterno che operi in loco? Dipende. Se è fatto per evitare di inquadrare chi lavora come dipendente si incorrerà nelle sanzioni per lavoro nero. Diverso è il caso del soggetto esterno che, ad esempio, si reca presso il centro uno o più giorni alla settimana per le attività complementari come ad esempio utilizzo delle campane tibetane.

Vi seguiamo nell’apertura della Vostra Attività nei comuni di Milano, Monza e relative province, nonchè nelle province vicine.

Vi seguiremo in tutte le pratiche, affrontando insieme a Voi i problemi che si possono presentare, valutando i costi, provvedendo alla successiva contabilità, alla gestione del personale, alle indicazioni delle buone prassi e ai suggerimenti sul “cosa fare”.

Contattateci allo 02/99043737. Siamo a Paderno Dugnano (MI), in via Giuseppe Pogliani n.20.